LA RADIO LIBERA DELL' ALTO FRIULI

Microfestival 2020 arriva in Alto Friuli “Porta a Porta”

Presentata la 4°edizione di Microfestival

E’ ufficialmente partito il quarto anno di Microfestival, un progetto ideato ed organizzato da PuntoZero in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, Turismo FVG e Fondazione Friuli.

Ospiti ai microfoni di Radio Tausia, Matteo Carli (Coperativa PuntoZero) e Lil Sanchoo (Assistente della produttrice), che hanno raccontato come si svolgerà la quarta edizione di questo festival.

Ascolta l’intervista completa.

Un festival itinerante d’arte performativa, una tournèe che racconta e dà voce ai territori del paesaggio montano di confine. Luoghi ai margini dove più che in altre aree la multiculturalità ha giocato e gioca un ruolo identitario fondamentale, zone di frontiera, di passaggio e di rifugio, superfici di contatto fra identità culturali e linguistiche differenti. Se spesso la riuscita di un festival è direttamente proporzionale alla dimensione del suo palco e della sua tribuna, in questo caso Microfestival cerca la sua identità nelle dimensioni ridotte dei centri storici montani, nell’individuazione di scenari microurbani quali la piazza di un paesino, il sagrato o il bar sport. Territori che spesso sono dimenticati da progettualità culturali ad ampio respiro dove invece si stabilirà un dialogo fra contenuto artistico, spazi e persone unico nel suo genere.

Come si svolge l’edizione di quest’anno?

Quest’anno il format è stato acquistato da una nota casa di produzione veneziana “Micro Tivù” e offrirà un varietà d’eccezione. «Considerata la situazione delicata in cui ci troviamo quest’anno – hanno spiegato gli organizzatori – abbiamo pensato a una nuova modalità che potesse conciliare la necessità di non creare assembramenti, senza però rinunciare alla relazione fondamentale e in presenza tra artisti (Matjaž Bajc, Natalie Norma Fella, Gilberto Innocenti, Klaus Martini, Miriam Monica, Miriam Russo, Paolo Paron, Mariagrazia Plos, Sandro Pivotti e i Barski Oktet di Lusevera) e spettatori. Da qui l’idea di un “porta a porta”. In questo modo gli artisti, come degli ambulanti, andranno a cercare il pubblico e lo coinvolgeranno attivamente lasciandolo in casa, alle finestre, nei cortili, lungo le strade». Per tutti coloro che non abitano nei paesi raggiunti dall’Ape-car sarà possibile seguire il viaggio e assistere agli spettacoli attraverso i profili Instagram degli artisti coinvolti e della pagina ufficiale di Microfestival: https://www.instagram.com/microtivu/

Programma
Venerdì 31 luglio – Tausia e Prato Carnico
Sabato 1 agosto – Taipana e Lusevera
Domenica 2 agosto – Cave del Predil

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
NATIVE INTERNET WEB RADIO PLAYER PLUGIN FOR SHOUTCAST, ICECAST AND RADIONOMY powered by Sodah Webdesign Mainz
HTML5 RADIO PLAYER PLUGIN WITH REAL VISUALIZER powered by Sodah Webdesign Dexheim